6 Modi per Ottimizzare la Pagina Categoria Prodotti

By in
23
6 Modi per Ottimizzare la Pagina Categoria Prodotti

Le pagine categoria prodotti devono essere ottimizzate con particolare cura, in quanto sono quelle che hanno la maggiore possibilità di posizionarsi da un punto di vista SEO. Purtroppo, spesso, sono anche quelle con i contenuti più scarni.

Aggiungendo funzionalità che aumentino l’engagement e le possibilità di conversione, ottimizzando il testo in esse presente e inserendolo nei punti giusti, la tua pagina categoria diventerà più interessante per i motori di ricerca e si posizionerà meglio, riuscendo così ad intercettare molti più clienti.

In questo articolo, presenteremo sei modi per ottimizzare la pagina categoria. Per farlo, utilizzeremo come esempio la pagina delle scarpe da donna del sito DSW.

Rendere i Titoli Rilevanti

Partendo dall’alto, la prima cosa da fare è assicurarsi che la piattaforma software utilizzata ottimizzi correttamente i titoli. Se così non fosse, potresti aver bisogno di parlare con un programmatore.

Nell’immagine qui sopra, DSW nella pagina ha due titoli. Uno (Boots & Booties) è posizionato sopra l’immagine della categoria utilizzando Javascript, mentre l’altro (Women’s Boots & Booties) è testo semplice. Entrambi sono marcati utilizzando il tag H1. La soluzione migliore dovrebbe essere di avere un unico titolo in H1 e nel caso che stiamo analizzando, dovrebbe essere “Women’s Boots & Booties” in quanto maggiormente rilevanti in ottica SEO visto che contiene anche il sesso del target al quale sono rivolti i prodotti proposti nella pagina.

Includere Contenuti Testuali

Questa è la parte che ai web designer piace meno, ma che da un punto di vista SEO ha, invece, forte rilevanza. Nell’esempio sopra è importante sottolineare come il testo sia diviso in due parti: una corta in alto e una lunga in fondo alla pagina. E’ una soluzione intelligente per ottenere insieme due effetti. Non appesantire la pagina per il navigatore e allo stesso tempo, fornire ai motori di ricerca i contenuti testuali che a loro servono per decidere il posizionamento della pagina.

In ogni caso, il contenuto testuale non deve essere lunghissimo, in quanto testo che non aggiunge valore, riduce la possibilità che la pagina risulti interessante agli occhi di Google e pertanto si posizioni bene.

Utilizzare il Contenuto in Evidenza

Elementi in evidenza della pagina categoria dovrebbero sempre contenere del testo. Potrebbe essere un box che promuove prodotti in offerta, oppure il programma fedeltà, o qualsiasi altro contenuto utile da sottoporre ai clienti dello shop. Utilizza anche tale contenuto per avvantaggiarti dal punto di vista SEO, ottimizzando il testo.

Prima di tutto, assicurati che sia sempre presente testo semplice e non solo immagine, in quanto al momento il testo nell’immagine non è ancora letto dai motori di ricerca.

Una volta che ti sarai assicurato che il testo sia leggibile dai motori di ricerca, cerca di scrivere il testo con un linguaggio descrittivo. Per esempio, la descrizione presente nell’immagine sopra è “Sperry Syren Gulf, amo questi stivali! Così confortevoli e meraviglioso in tutte le situazioni atmosferiche, pioggia, fango o freddo”. In questo testo appare il nome del prodotto e la parola “stivali”, che sono entrambe parole chiave. Inoltre, sono presenti anche altre parole utili al posizionamento che descrivono le condizioni nelle quali tale prodotto può essere utilizzato.

Rendi il Testo dei Link Rilevante

“Clicca qui”, “Maggiori informazioni”, sono testi di ancoraggio molto poveri dal punto di vista del posizionamento. Molto meglio un link che contenga keyword utilizzate normalmente dalle persone. In questo modo si dà più valore al link e alla pagina linkata.

Promozioni Incrociate

Inserire link ad altri prodotti correlati è un altro modo interessante per dare valore alle parole chiave utili per il posizionamento. Nel caso dell’esempio che stiamo analizzando, il link ai calzini per stivali nella pagina degli stivali da donna fornisce ulteriore rilevanza alla parola “stivali”, alla quale viene associata anche la parola “calzini”, lavorando così anche su questa tipologia di prodotto. Nel tuo ecommerce devi cercare opportunità d’oro come quella qui presentata, così da sfruttare le promozioni incrociate per il tuo posizionamento organico.

Realizza una Struttura di Navigazione che funziona

Navigazione e filtri giocano un ruolo interessante nell’ottimizzazione dei contenuti. Di base, il loro scopo è aiutare il navigatore nel suo percorso di acquisto, ma possono anche giocare un ruolo cruciale nell’indicizzazione di una pagina e nel permetterle di guadagnare autorevolezza e rilevanza. A tale scopo, è molto utile inserire nella navigazione e nei filtri parole chiave rilevanti al fine dell’indicizzazione organica.

Per esempio, invece di utilizzare il termine “da pioggia” come filtro, sarebbe molto meglio scrivere “stivali da pioggia”.

54321
(0 votes. Average 0 of 5)
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *